Autorità garante concorrenza e mercato segnalazione

Autorità francese per la concorrenza

La politica della concorrenza incoraggia le imprese a offrire ai consumatori beni e servizi alle condizioni più favorevoli. Incoraggia l’efficienza e l’innovazione e riduce i prezzi. Per essere efficace, la concorrenza richiede che le imprese agiscano in modo indipendente l’una dall’altra e che siano soggette alla pressione esercitata dai loro concorrenti.

AntitrustGli articoli 101 e 102 del Trattato vietano gli accordi che limitano la concorrenza e l’abuso di posizione dominante su un determinato mercato.CartelliUn cartello è un gruppo di imprese indipendenti che si uniscono per fissare i prezzi, limitare la produzione o spartirsi i mercati o i clienti.FusioniLe fusioni possono giovare all’economia, ma alcune possono ridurre la concorrenza. Le proposte di fusione vengono esaminate per evitare effetti dannosi sulla concorrenza.Aiuti di StatoUn’azienda che riceve aiuti di Stato gode di un vantaggio rispetto ai concorrenti. Gli aiuti di Stato sono generalmente vietati, a meno che non siano compatibili con le norme dell’UE.

Ricerca di casi di concorrenzaLa ricerca delle decisioni pubblicate può essere effettuata in base all’area di intervento, al numero del caso, al titolo e alla data.Strumenti di comunicazione per gli informatoriLa conoscenza di cartelli o di altre violazioni delle norme antitrust può essere condivisa in forma anonima con la Commissione per contribuire a individuare, fermare e punire tali violazioni.

Cosa fa l’Autorità garante della concorrenza e del mercato?

La Competition and Markets Authority (CMA) è la principale autorità britannica responsabile della concorrenza e della tutela dei consumatori. Fa rispettare la concorrenza e la regolamentazione del mercato indagando su casi, emettendo sentenze, sanzioni e supportando il governo e le altre autorità di regolamentazione del mercato.

Su chi sta indagando la CMA?

Combinando le competenze dell’ex Commissione per la Concorrenza e dell’Office for Fair Trading, la CMA indaga e persegue casi riguardanti la tutela dei consumatori, i cartelli commerciali e altri comportamenti anticoncorrenziali come la manipolazione del mercato e la fissazione dei prezzi.

  Sospensione assicurazione auto per quanto tempo

Chi è l’autorità garante della concorrenza?

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato è il nome dato all’autorità di regolamentazione della concorrenza in alcuni Paesi. Si tratta di un’agenzia governativa, in genere un’autorità statutaria, talvolta chiamata regolatore economico, che regolamenta e fa rispettare le leggi sulla concorrenza e, talvolta, anche le leggi sulla protezione dei consumatori.

Autorità garante della concorrenza e del mercato

“La CMA ha confermato le nostre recenti conclusioni sul fatto che i fornitori di private equity stanno realizzando profitti estremamente elevati e hanno livelli di indebitamento preoccupanti che mettono a rischio la stabilità delle case di accoglienza per i bambini, che è fondamentale per farli prosperare”.

“Questo rapporto riflette le preoccupazioni che abbiamo sollevato per alcuni anni. Come abbiamo chiarito nella nostra risposta allo studio dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, pur ritenendo che un mercato misto di offerta di case per bambini possa essere positivo, i nostri membri sono sempre più preoccupati per l’equilibrio dell’offerta, in particolare per la crescita e la quota di mercato dei fornitori più grandi, che limita la capacità dei consigli di gestire il mercato e di garantire la disponibilità di alloggi per soddisfare le esigenze dei bambini di cui si occupano”.

“La CMA ha confermato le nostre recenti conclusioni sul fatto che i fornitori di private equity stanno realizzando profitti estremamente elevati e hanno livelli di indebitamento preoccupanti che mettono a rischio la stabilità delle case di accoglienza per i bambini, che è fondamentale per la loro crescita. Continuiamo a chiedere una supervisione del mercato per evitare una “situazione da Croce del Sud” nell’assistenza sociale ai bambini e per garantire la qualità dell’offerta”.

  Vizi occulti auto usate tra privati

Rapporto finale dello studio di mercato sulle piattaforme online e la pubblicità digitale della Cma

Tra le principali conclusioni della CMA, c’è il fatto che gli autofinanziati pagano in media il 41% in più rispetto ai residenti finanziati dalle autorità locali per la stessa assistenza (il cosiddetto “sovvenzionamento incrociato”). La CMA non ha raccomandato un limite ai prezzi differenziati. Ha invece affermato che ulteriori finanziamenti governativi per l’assistenza sociale consentirebbero alle autorità locali di aumentare le rette pagate alle case di cura, riducendo così le pressioni finanziarie sulle case di cura per far pagare tariffe più alte agli autofinanziati.

La CMA ha trovato prove di pratiche tra i fornitori di case di cura che, a suo parere, violano la legge sui consumatori. Il rapporto afferma che la CMA ha già intrapreso azioni di enforcement per affrontare due problemi prioritari: l’addebito di tariffe iniziali elevate, ingiuste o non trasparenti, e le tariffe applicate dopo la morte di un residente.

Per quanto riguarda i “prossimi passi”, la risposta ha ribadito l’impegno a pubblicare un Libro verde sull’assistenza sociale “entro l’estate 2018” e ha affermato che “il rapporto della CMA ha fornito un’importante base di dati e raccomandazioni per il miglioramento che confluiranno nel Libro verde”. Il Libro verde non è stato pubblicato entro l’estate 2018.

Autorità garante della concorrenza e del mercato deutsch

Quando una fusione viene rinviata per un’indagine approfondita di Fase 2 nell’ambito del regime di controllo delle concentrazioni del Regno Unito, l’Autorità per la Concorrenza e i Mercati ha il dovere di indagare e decidere se la fusione abbia comportato, o possa presumibilmente comportare, una sostanziale diminuzione della concorrenza.

  Come verificare se unauto è stata rottamata

Ciò significa che il Regno Unito non fa più parte dell’UE ai fini della valutazione giurisdizionale, procedurale e sostanziale ai sensi del Regolamento UE sulle concentrazioni (EUMR). In particolare, il sistema dello “sportello unico” previsto dall’EUMR non si applica più al Regno Unito, il che significa che l’Autorità britannica per la concorrenza e i mercati (CMA) è ora autorizzata a indagare sulle transazioni in parallelo con la Commissione europea.

La CMA ha un ampio margine di discrezionalità per decidere se rinviare o meno i casi in cui si ritiene che il rischio che una fusione porti a una SLC sia più che plausibile ma inferiore al 50%. In pratica, la CMA rinvierà una fusione se ritiene che vi sia una “prospettiva realistica” di una SLC. Al di sopra di un rischio del 50%, il rinvio è obbligatorio.