Divieto di accesso alle persone non autorizzate

Leggi federali sui reati informatici

È illegale per qualsiasi funzionario o dipendente degli Stati Uniti o di qualsiasi persona descritta nella sezione 6103(n) (o un funzionario o dipendente di una di tali persone), o qualsiasi ex funzionario o dipendente, divulgare intenzionalmente a qualsiasi persona, ad eccezione di quanto autorizzato nel presente titolo, qualsiasi ritorno o informazione sul ritorno (come definito nella sezione 6103(b)). Qualsiasi violazione del presente paragrafo costituisce un reato punibile con una multa non superiore a 5.000 dollari o con la reclusione non superiore a 5 anni o con entrambe le pene, oltre alle spese processuali; se il reato è commesso da un funzionario o da un dipendente degli Stati Uniti, questi, oltre a qualsiasi altra pena, sarà licenziato dall’incarico o dimesso dall’impiego in seguito alla condanna per tale reato.

Sarà illegale per qualsiasi persona a cui sia stata divulgata una dichiarazione o un’informazione sulla dichiarazione (come definita nella sezione 6103(b)) in un modo non autorizzato da questo titolo, stampare o pubblicare intenzionalmente in qualsiasi modo non previsto dalla legge una tale dichiarazione o informazione sulla dichiarazione. Qualsiasi violazione del presente paragrafo costituisce un reato punibile con un’ammenda non superiore a 5.000 dollari o con la reclusione non superiore a 5 anni o con entrambe le pene, oltre alle spese processuali.

La legge sulla privacy nelle comunicazioni elettroniche (ecpa)

Questo saggio sviluppa un approccio all’interpretazione delle leggi sulla violazione del computer, come il Computer Fraud and Abuse Act, che vietano l’accesso non autorizzato a un computer. Nell’ultimo decennio, i tribunali si sono divisi nettamente su ciò che rende l’accesso non autorizzato. Alcuni tribunali hanno interpretato le leggi sul computer trespass in modo ampio per proibire errori banali come la violazione dei termini di utilizzo di un sito web. Altri tribunali hanno limitato le leggi a esempi dannosi di violazione di un computer. I tribunali hanno faticato a interpretare l’autorizzazione perché non hanno una teoria di base su come distinguere l’accesso autorizzato da quello non autorizzato.

  Vendita auto senza passaggio di proprietà

Questo saggio sostiene che l’autorizzazione ad accedere a un computer dipende dalle norme di violazione del domicilio, ovvero da una concezione condivisa del tipo di accesso che invade lo spazio privato di un’altra persona. I giudici non sono sicuri di come applicare le leggi sulla violazione dei computer perché Internet è giovane e le sue norme sulla violazione non sono definite. Nel periodo intermedio, prima che le norme emergano, i tribunali dovrebbero individuare le regole migliori da applicare come questione di politica. Le decisioni giudiziarie a breve termine possono contribuire a definire le norme a lungo termine. Il resto del Saggio articola una serie di regole appropriate utilizzando il principio dell’autenticazione. L’accesso non è autorizzato quando il proprietario del computer richiede l’autenticazione per accedervi e l’accesso non è effettuato dall’utente autenticato o dal suo agente. Questo principio può risolvere il significato di autorizzazione prima che le norme di violazione del computer si stabiliscano e può influenzare le norme che alla fine emergeranno.

Accesso non autorizzato al computer legge federale

La possibilità di accedere facilmente alle proprie informazioni sanitarie consente alle persone di avere un maggiore controllo sulle decisioni che riguardano la loro salute e il loro benessere.    Ad esempio, chi ha accesso alle proprie informazioni sanitarie è in grado di monitorare meglio le condizioni croniche, di aderire ai piani di trattamento, di trovare e correggere gli errori nelle proprie cartelle cliniche, di seguire i progressi nei programmi di benessere o di gestione delle malattie e di contribuire direttamente alla ricerca con le proprie informazioni. Con l’uso crescente e i continui progressi della tecnologia dell’informazione sanitaria, gli individui hanno opportunità sempre più ampie e innovative di accedere alle proprie informazioni sanitarie per via elettronica, in modo più rapido e semplice, in tempo reale e su richiesta. Mettere le persone “al posto di guida” per quanto riguarda la loro salute è anche una componente chiave della riforma sanitaria e del movimento verso un sistema di assistenza sanitaria più incentrato sul paziente.

  Come ottenere certificato di proprietà auto

La norma sulla privacy prevede in generale che le entità coperte dall’HIPAA (piani sanitari e la maggior parte dei fornitori di assistenza sanitaria) forniscano alle persone, su richiesta, l’accesso alle informazioni sanitarie protette (PHI) che le riguardano in uno o più “set di documenti designati” conservati da o per l’entità coperta. Ciò include il diritto di ispezionare o ottenere una copia, o entrambe, delle PHI, nonché di chiedere all’entità coperta di trasmetterne una copia a una persona o a un’entità designata a scelta dell’individuo. L’individuo ha il diritto di accedere alle PHI per tutto il tempo in cui le informazioni sono conservate da un’entità coperta o da un’azienda associata per conto di un’entità coperta, indipendentemente dalla data di creazione delle informazioni, dal fatto che le informazioni siano conservate in sistemi cartacei o elettronici in loco, in remoto o archiviate o dal luogo in cui le PHI hanno avuto origine (ad esempio, l’entità coperta, un altro fornitore, il paziente, ecc.)

Come perseguire un hacker

Tutti i 50 Stati, Porto Rico e le Isole Vergini hanno leggi sui reati informatici; la maggior parte di esse riguarda l’accesso non autorizzato o la violazione del computer. Alcune leggi statali trattano anche direttamente altri tipi specifici di reati informatici, come spyware, phishing, attacchi di denial of service e ransomware, come illustrato di seguito.

  Autocertificazione di sana e robusta costituzione minorenni

Le leggi sui reati informatici comprendono una serie di azioni che distruggono o interferiscono con il normale funzionamento di un sistema informatico. La violazione del computer, l’accesso non autorizzato (o l’accesso che eccede l’autorizzazione concessa a un utente) o l’hacking consiste nell’introdursi nei sistemi informatici, spesso con l’intenzione di alterare, disattivare o modificare le impostazioni esistenti. Se di natura dolosa, queste intrusioni possono causare danni o interruzioni ai sistemi o alle reti informatiche.  Ulteriori leggi statali e federali possono applicarsi a vari altri tipi di reati informatici (ad esempio, atti di pratiche sleali e ingannevoli, ecc.)

L'”accesso non autorizzato” implica l’avvicinamento, l’intrusione, la comunicazione, la memorizzazione di dati, il recupero di dati o l’intercettazione e la modifica di risorse informatiche senza consenso. Queste leggi riguardano queste e altre azioni che interferiscono con computer, sistemi, programmi o reti.