Art 126 bis come non pagare

Articolo 126 tfeu

1.2 – Senza “autorizzazione” (un’autorizzazione all’immissione in commercio nel Regno Unito, in Gran Bretagna o in Irlanda del Nord, un’autorizzazione ai sensi dell’articolo 126 bis, un certificato di registrazione o una registrazione tradizionale delle erbe) in GB o nel SEE e destinato al mercato del Regno Unito

1.3 – Senza “autorizzazione” (un’autorizzazione all’immissione in commercio nel Regno Unito, in Gran Bretagna o in Irlanda del Nord, un’autorizzazione ai sensi dell’articolo 126 bis, un certificato di registrazione o una registrazione di erbe tradizionali) nel Regno Unito e non destinata al mercato britannico.

Per aiutarci a migliorare GOV.UK, vorremmo sapere di più sulla vostra visita di oggi. Vi invieremo un link a un modulo di feedback. Ci vorranno solo 2 minuti per compilarlo. Non preoccupatevi, non vi invieremo spam e non condivideremo il vostro indirizzo e-mail con nessuno.

Regolamentazione dei requisiti patrimoniali

PARTE 14PubblicitàCAPITOLO 2Requisiti relativi alla pubblicitàGeneraleProdotti senza autorizzazione all’immissione in commercio, ecc279.    Una persona non può pubblicare un annuncio pubblicitario per un medicinale a meno che per il prodotto non sia in vigore una delle seguenti condizioni

(a) un’autorizzazione all’immissione in commercio; (b) un certificato di registrazione; (c) una registrazione delle erbe tradizionali; o (d) un’autorizzazione ai sensi dell’articolo 126 bis. Principi generali280.-(1) Una persona non può pubblicare un annuncio pubblicitario per un medicinale con un’autorizzazione all’immissione in commercio, una registrazione tradizionale delle erbe o un’autorizzazione ai sensi dell’articolo 126 bis, a meno che l’annuncio non sia conforme alle indicazioni elencate nel riassunto delle caratteristiche del prodotto.

  Cosa succede se non paghi una multa

(2) Una persona può pubblicare una pubblicità per un medicinale solo se la pubblicità incoraggia l’uso razionale del prodotto presentandolo in modo obiettivo e senza esagerarne le proprietà.

(a) un’autorizzazione all’immissione in commercio di un medicinale; (b) un certificato di registrazione di un medicinale; (c) una registrazione tradizionale delle erbe per un medicinale; o (d) un’autorizzazione ai sensi dell’articolo 126 bis per un medicinale. (2) La persona deve istituire un servizio scientifico per compilare e raccogliere tutte le informazioni relative al prodotto (sia quelle ricevute dagli informatori scientifici del farmaco da essa impiegati, sia quelle provenienti da qualsiasi altra fonte).

Https eba europa eu regulation and policy single rulebook interactive single rulebook 100427

La legislazione (a seguito dell’emendamento al diritto comunitario – articolo 126a) autorizza il Consiglio per i medicinali a rilasciare autorizzazioni speciali all’immissione in commercio per motivi di salute pubblica. Per poter rilasciare tali autorizzazioni all’immissione in commercio devono essere applicati i seguenti criteri:

Per i medicinali che otterranno un’Autorizzazione Speciale all’Immissione in Commercio si applicano ancora le altre disposizioni della legislazione, nonché gli obblighi del Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio, come l’etichettatura in greco e/o in inglese, la nomina di persone responsabili per il servizio scientifico e la farmacovigilanza, le disposizioni aggiuntive relative alle ispezioni e ai controlli, le disposizioni per i prodotti immunitari e i prodotti a base di sangue o plasma umano, ecc.

  Come prendere la lettura del gas

Le Autorizzazioni Speciali all’Immissione in Commercio sono valide per 2 anni e possono essere rinnovate su richiesta almeno tre mesi prima della loro scadenza. Affinché un’Autorizzazione Speciale all’Immissione in Commercio possa essere rinnovata, devono essere soddisfatte tutte le condizioni sopra menzionate.

Regolazione di Crr2

Testo della disposizione*(1) I rappresentanti o i delegati delle Potenze protettrici saranno autorizzati a recarsi in tutti i luoghi in cui si trovano i prigionieri di guerra, in particolare nei luoghi di internamento, di prigionia e di lavoro, e avranno accesso a tutti i locali occupati dai prigionieri di guerra; essi saranno inoltre autorizzati a recarsi nei luoghi di partenza, di passaggio e di arrivo dei prigionieri che vengono trasferiti. Essi potranno interrogare i prigionieri, e in particolare i loro rappresentanti, senza testimoni, personalmente o tramite un interprete.(2) I rappresentanti e i delegati delle Potenze protettrici avranno piena libertà di scegliere i luoghi che desiderano visitare. La durata e la frequenza delle visite non sono limitate. Le visite non potranno essere vietate se non per ragioni di imperativa necessità militare, e in tal caso solo come misura eccezionale e temporanea.(3) La Potenza detentrice e la Potenza da cui dipendono i suddetti prigionieri di guerra potranno convenire, se necessario, che i connazionali di questi prigionieri di guerra siano autorizzati a partecipare alle visite.(4) I delegati del Comitato internazionale della Croce Rossa godranno delle stesse prerogative. La nomina di tali delegati sarà sottoposta all’approvazione della Potenza che detiene i prigionieri di guerra da visitare.* I numeri dei paragrafi sono stati aggiunti per facilitare la consultazione.Riserve o dichiarazioniNessunoContenuto

  Quando risponde la segreteria telefonica cosa vuol dire