Come iniziare una mail indirizzata a più persone

Come rispondere a un’e-mail con più destinatari

Come si inizia un’e-mail? È meglio rivolgersi a una persona con il suo nome o cognome? È ancora necessario dire “Gentile signore o signora”? Dovreste preoccuparvi di fare i saluti? Non trascurate il potere dei saluti via e-mail. Il vostro saluto di posta elettronica stabilisce il tono della vostra comunicazione, influenza la percezione che il destinatario ha di voi e determina persino se una persona legge il vostro messaggio o lo sposta immediatamente nel cestino.

I saluti via e-mail dipendono dal contesto del messaggio. Ciò che è appropriato per i vostri amici può costarvi un colloquio di lavoro presso una grande azienda. Ciò che è educato e rispettoso per il vostro professore universitario, può farvi sembrare rigidi e antiquati per i vostri colleghi.

Di seguito troverete i migliori saluti via e-mail, sia personali che generici. Un saluto personalizzato è la scelta migliore. Quando inviate un’e-mail a qualcuno che non conoscete, fate sempre del vostro meglio per scoprire il suo nome. Il sito web dell’azienda o la pagina LinkedIn possono aiutarvi in questo compito. Se la vostra ricerca non ha avuto successo, un saluto generico può aiutarvi.

Cosa scrivere quando si invia un’e-mail a più destinatari?

Aggiungete l’oggetto e il testo dell’e-mail. Aggiungete l’indirizzo e-mail del destinatario principale dell’e-mail nella riga A. Se avete più indirizzi nella vostra lista di distribuzione, usate una virgola per separare gli indirizzi tra loro. Una volta fatto questo, fate clic sul pulsante BCC all’estremità destra del riquadro A.

Come ci si rivolge a 4 persone in un’e-mail?

Rivolgersi a due o quattro persone

Per due persone in un messaggio di posta elettronica si devono usare saluti diversi da quelli che si usano per un gruppo di 15 persone. Quando ci si rivolge a due o a quattro persone (Instructional Solutions suggerisce che si può arrivare fino a cinque persone), va bene rivolgersi direttamente a ciascuna persona, come si vede di seguito. Caro Mx.

  È sicuro collegare conto bancario a paypal

Come indirizzare un’e-mail a un’azienda

Se state inviando un’e-mail di raccolta fondi alla vostra lista di contatti, lasciare che tutti vedano chi altro ha ricevuto l’e-mail potrebbe far diminuire i fondi raccolti. Se le persone vedono nella lista altre persone che percepiscono come benestanti, potrebbero pensare che le loro donazioni non sono necessarie e rifiutarsi di contribuire alla vostra causa.

Cc e Bcc sono due meccanismi che consentono di inviare un’unica e-mail a più persone contemporaneamente. Che si tratti di un’e-mail personale o di un’e-mail di lavoro, è fondamentale scegliere quello giusto.

Il termine copia carbone ha origine molto prima dell’invenzione delle e-mail, anzi, molto prima dell’invenzione dei computer. Si riferiva alla creazione di copie con la carta carbone (anche se, secondo Merriam-Webster, si riferiva a un certo tipo di stampa ancor prima che venisse usato per indicare questo).

In ogni caso, oggi Cc e Bcc sono utilizzati per indicare le copie delle e-mail. Una copia cieca è una copia che mantiene il destinatario “cieco” e all’oscuro di chi siano gli altri destinatari. Il destinatario originale è anche all’oscuro del fatto che esistono delle copie, poiché Bcc impedisce al destinatario originale di sapere che avete inviato una copia a qualcuno.

Come rivolgersi a qualcuno in un’e-mail in modo professionale

Nota: l’uso di Caro [titolo, cognome] o [nome] seguito da una virgola è il saluto preferito per tutti i saluti aziendali nelle e-mail per comunicazioni formali quando si comunica al di fuori della propria azienda al primo contatto. Se l’oggetto è una questione commerciale più personale, come le congratulazioni, le condoglianze o i ringraziamenti di un gruppo, utilizzate Caro [titolo, cognome] o [nome] seguito da una virgola. Se conoscete bene i vostri destinatari, siete tutti nella stessa azienda, l’argomento è leggero e la vostra cultura aziendale è informale, potete anche usare Hello o Hi [nome e cognome], seguito da una virgola. In caso di dubbi sulla formalità, optate per Dear [titolo, cognome] o [nome] e i due punti.

  Come ringraziare per un invito di matrimonio

Dear Road Warriors: (A un gruppo di venditori che ha viaggiato senza sosta nell’ultimo mese, con un messaggio che annunciava i risultati delle vendite. Questo saluto funziona perché riconosce sinceramente il loro duro lavoro).

Cari venditori: (Siate prudenti nell’usare saluti di gruppo personalizzati. Un rappresentante mi ha raccontato di recente questo saluto, che il suo responsabile delle vendite usa per tutti i messaggi di gruppo al team di vendita. Mi ha detto che “rabbrividisce” ogni volta che lo vede, il che dimostra l’importanza di un buon saluto. Possiamo davvero perdere un lettore al saluto).

Come indirizzare un’e-mail a tre destinatari

Un’introduzione forte incoraggia il lettore a continuare a leggere il corpo del messaggio. Le email migliori hanno un saluto e una frase d’apertura coinvolgenti che assicurano l’interesse e l’adesione del destinatario. Idealmente, un’introduzione accattivante porta i lettori ad agire.

Questo saluto è appropriato per la corrispondenza formale via e-mail. Si usa in genere nelle lettere di presentazione, nelle lettere commerciali ufficiali e in altre comunicazioni in cui si vuole trasmettere rispetto per il destinatario.

  Postepay evolution in scadenza come rinnovarla

Per quanto riguarda i saluti via e-mail, un “Ciao” informale seguito da una virgola è perfettamente accettabile nella maggior parte dei messaggi di lavoro. Se si preferisce un tono un po’ più formale, si può considerare il saluto “Ciao”.

Si tratta di frasi di apertura efficaci perché riconoscono il lettore per primo e aiutano a creare un rapporto con un collega che già conoscete o con il quale volete sviluppare un rapporto di lavoro amichevole.

Iniziare un’e-mail con “Mi sto rivolgendo a voi per …” è educato e diretto e chiarisce la questione.  ” è educato e diretto e chiarisce lo scopo dell’e-mail. Con centinaia di corrispondenze via e-mail trasmesse in un solo giorno lavorativo, questo approccio dimostra che siete attenti al tempo del destinatario, andando dritti al punto.