Sistema di controllo della velocità media in autostrada

Tecnologia di controllo del traffico

Garantire il rispetto dei limiti di velocità da parte degli automobilisti rappresenta un notevole potenziale di sicurezza. Le velocità elevate aumentano il numero e la gravità degli incidenti. L’evoluzione tecnologica degli ultimi 20 anni ha permesso lo sviluppo di sistemi che consentono il controllo automatico della velocità. La prima generazione di controlli automatici della velocità era basata su punti, ma negli ultimi anni è stato introdotto un metodo alternativo di controllo della velocità potenzialmente più efficace. Questo metodo si basa sulla registrazione della velocità media di percorrenza dei conducenti su sezioni selezionate della strada e viene normalmente chiamato controllo della velocità media o controllo di sezione. Questo articolo discute i diversi metodi di controllo automatico della velocità e presenta una valutazione degli effetti sulla sicurezza del controllo della velocità media, documentati attraverso le variazioni dei livelli di velocità e degli incidenti prima e dopo l’implementazione del controllo della velocità media in siti selezionati nel Regno Unito. Lo studio dimostra che l’introduzione del controllo della velocità media comporta una riduzione statisticamente significativa e sostanziale sia della velocità che del numero di incidenti. La valutazione indica che il controllo della velocità media ha un effetto di sicurezza maggiore rispetto al controllo automatico della velocità basato su punti.

Autovelox medio Jenoptik

La velocità media dei veicoli viene monitorata in tutte le corsie su lunghi tratti autostradali (in genere da 10 a 25 km) o con l’ausilio di autovelox posizionati in punti specifici dove si verificano più frequentemente incidenti.

  Collegare conto bancario a paypal rischi

Il sistema è operativo in tutte le condizioni atmosferiche (nebbia, pioggia, ecc.), di giorno e di notte. È in grado di rilevare i veicoli che viaggiano a luci spente o sulla corsia di emergenza, due eventi che mettono a rischio la sicurezza degli altri automobilisti e per i quali sono previste sanzioni particolarmente severe.

Il sistema Safety Tutor funziona indipendentemente dal sistema di riscossione del pedaggio Telepass e dai dispositivi eventualmente presenti a bordo del veicolo. È gestito dalla Polizia Stradale che ne pianifica l’attivazione e il calendario di funzionamento ed emette sanzioni quando viene rilevato dal Sistema.

I dati acquisiti automaticamente dai sensori e dalle telecamere posizionate lungo l’autostrada vengono trasmessi in tempo reale all’unità di elaborazione centrale della Polizia Stradale, dove vengono analizzati per individuare la velocità media del veicolo, corrispondente al rapporto tra la distanza percorsa e il tempo necessario per percorrerla.

Poliscan 3r

Controllo della velocità con un approccio diverso: Il controllo della velocità in sezione è un metodo alternativo per monitorare i limiti di velocità nel traffico stradale, attualmente utilizzato sempre più spesso in tutto il mondo. Invece di misurare la velocità in un punto specifico, come nel caso della misurazione della velocità fissa, l’approccio consiste nel misurare la velocità media di un veicolo su un tratto di strada molto più lungo. I vantaggi sono evidenti e comprovati: maggiore rispetto dei limiti di velocità su tratti stradali più lunghi, meno incidenti, flusso di traffico armonizzato, meno congestione e riduzione delle emissioni, quindi traffico più ecologico.

  Come disattivare il blocco delle chiamate

Il sistema calcola quindi la velocità media in base alla distanza nota tra l’entrata e l’uscita e al tempo impiegato da ciascun veicolo per passare. Questi valori possono essere confrontati con il tempo che un veicolo dovrebbe impiegare guidando al limite consentito. Non registra la velocità massima raggiunta nel tratto – come ad esempio i brevi picchi di velocità durante una manovra di sorpasso – ma la velocità media complessiva lungo il collegamento. Questo approccio è in realtà molto più semplice da comprendere e comporta meno problemi tecnici; si tratta semplicemente di una misura del tempo impiegato per andare da A a B.

Telecamere per la velocità media

Non vi è alcun impatto sulla capacità della strada. La velocità di auto e furgoni diminuisce sensibilmente di circa il 4%. In modo più spettacolare, si registra un calo del 25%-30% circa nelle deviazioni di velocità di questi veicoli, il che implica che il flusso di traffico è più stabile grazie al controllo della velocità di traiettoria. Abbiamo anche osservato un impatto positivo sulla sicurezza del traffico, con una diminuzione del numero di incidenti di circa il 15% (il che implica un 23% in meno di veicoli coinvolti). Inoltre, stimiamo una diminuzione di circa il 29% dei trasgressori leggeri e una diminuzione ancora più marcata di circa il 78% dei trasgressori pesanti.

  Quanto costa registrare un contratto di affitto