Riduzione orario lavoro per motivi di salute

Buoni motivi per ridurre l’orario di lavoro

In parole povere, gli accordi di lavoro flessibile sono accordi o orari alternativi rispetto alla giornata e alla settimana lavorativa tradizionale. I dipendenti possono scegliere un orario diverso per soddisfare esigenze personali o familiari. In alternativa, i datori di lavoro possono scegliere diversi orari per soddisfare le esigenze dei clienti.

Indipendentemente dal programma o dal numero di opzioni disponibili, i compiti, le aspettative e le scadenze devono essere chiaramente delineati dal supervisore e concordati sia dal supervisore che dal dipendente. Una cultura organizzativa di supporto, una comunicazione chiara, il lavoro di squadra e il sostegno reciproco tra direzione e dipendenti contribuiranno a garantire il successo di queste iniziative.Altri aspetti da considerare sono: i luoghi di lavoro sindacalizzati possono prevedere disposizioni sul lavoro flessibile nei contratti collettivi.

“ridurre le ore” al lavoro a causa dello stress

Se non vi sentite a vostro agio a spiegare le vostre preoccupazioni al vostro manager, cercate qualcun altro in posizione di autorità. Ad esempio, potete rivolgervi a un altro dirigente dell’azienda, a un rappresentante della salute e della sicurezza o a un rappresentante sindacale.

Se avete una disabilità o una condizione di salute a lungo termine, il vostro datore di lavoro potrebbe essere tenuto ad apportare “adeguamenti ragionevoli”. Ciò potrebbe includere modifiche all’orario di lavoro. Scoprite se il vostro datore di lavoro è tenuto a fare degli aggiustamenti per voi.

  Arretrati assegni familiari vecchio datore di lavoro

Ad esempio, se anche diversi colleghi fanno straordinari indesiderati, potreste suggerire al vostro datore di lavoro di assumere qualcun altro per coprire le ore extra. Potrebbe essere più economico assumere una nuova persona piuttosto che pagare un extra a diversi dipendenti.

Se il vostro datore di lavoro continua a farvi fare orari eccessivi, potreste dare le dimissioni e chiedere un licenziamento costruttivo a un tribunale del lavoro. Dovrete sostenere che il datore di lavoro potrebbe aver violato il contratto in base ai termini impliciti di fiducia e confidenza.

Esempio di lettera per ridurre le ore di lavoro a causa di problemi di salute

Molte persone sono “povere di tempo” e si affrettano costantemente a destreggiarsi tra i vari impegni. E gli australiani lavorano molto, con più di un dipendente su 10 che lavora più di 50 ore a settimana, un orario considerato “molto lungo” dall’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico).

Un buon equilibrio tra lavoro e vita privata significa armonia tra i diversi aspetti della vita. I benefici ottenuti da ciascun ambito sono in grado di sostenere e rafforzare gli altri. Molte persone stanno imparando a conciliare con successo la vita lavorativa e quella personale (integrazione tra lavoro e vita privata).

Gli australiani lavorano più ore della maggior parte delle persone negli altri Paesi sviluppati dell’OCSE, con meno tempo per prendersi cura di se stessi. Lavorare a lungo può avere un impatto sulla salute, aumentare lo stress e ridurre le attività del tempo libero.

  Contratto di lavoro per studenti universitari

Allo stesso tempo, un numero sempre maggiore di persone svolge lavori part-time, a basso salario e precari, il che può anche significare lavorare in orari non sociali. Gli orari flessibili e il lavoro da casa possono essere utili, soprattutto se si ha una famiglia. Ma possono rendere difficile l’equilibrio tra lavoro e vita privata, poiché non c’è separazione tra casa e lavoro.

Riduzione delle ore di lavoro a causa della salute mentale

I dirigenti vogliono che i dipendenti lavorino a lungo, rispondano alle e-mail a tutte le ore e donino volentieri le loro ore libere – notti, weekend, vacanze – senza lamentarsi.  I subalterni in questa equazione hanno poco controllo; il sovraccarico di lavoro si ripercuote a cascata dal vertice della piramide organizzativa fino alla base.  Almeno, questa è una versione del superlavoro. In questa versione, lavoriamo a lungo perché ce lo dicono i nostri capi. (Questa è la versione più esposta nel recente opuscolo del New York Times su Amazon).

Ma ci sono altre spiegazioni. Ce n’è un’altra secondo cui tutti noi, compresi i senior manager, siamo fondamentalmente dei flotsam sballottati dai gorghi degli incentivi economici, della cultura aziendale e delle tecnologie che tengono l’ufficio a portata di tap. In questa versione, non c’è nessuno che detta le norme; tutti reagiamo a macroforze che sfuggono al nostro controllo.

  Fac-simile contratto lavoro domestico

In pratica, se si pensa alla storia del superlavoro come a Moby-Dick, la prima spiegazione si concentra su Achab e il Pequod, la seconda sull’oceano stesso e l’ultima sulla balena. Anche se guardare la storia da tutte queste diverse prospettive è certamente più illuminante che sceglierne una sola, non vi dirà se Moby-Dick è un buon libro o solo un fermaporta di 700 pagine.