Lettera di licenziamento per giusta causa

Esempio di lettera di licenziamento senza giusta causa

Le lettere di licenziamento sono spesso l’ultimo passo di un piano d’azione. Possono chiudere il cerchio e dimostrare che il dipendente ha avuto tutte le opportunità di soddisfare le aspettative e migliorare le prestazioni prima di essere licenziato.

Questo tipo di licenziamento si differenzia da quello involontario perché è avviato dal dipendente, non dal datore di lavoro, e può avvenire per una serie di motivi, da migliori opportunità di lavoro a un cambiamento nella vita domestica e familiare.

Tenete presente che le dimissioni possono avvenire senza preavviso e possono avere un impatto duraturo sulla vostra azienda. È sempre meglio essere preparati e, quando possibile, disporre di un piano d’azione per continuare a operare quando i dipendenti decidono di lasciare l’azienda.

A volte le aziende devono tagliare i costi riducendo il personale o trasferendo le proprie attività. Anche i periodi di difficoltà finanziaria, come abbiamo visto durante la pandemia di coronavirus, possono contribuire all’abbandono involontario dei dipendenti.

A volte, questi licenziamenti sono di natura temporanea, perché è stato stabilito che l’attività aumenterà di nuovo entro un determinato periodo di tempo, quindi l’azienda vuole che il personale sia disponibile a tornare al lavoro il prima possibile.

Come si scrive una lettera di licenziamento per una causa?

Gentile [nome del dipendente], questa lettera conferma la nostra discussione odierna, informandola che il suo rapporto di lavoro con [nome dell’azienda] è terminato con effetto immediato a causa di [motivo del licenziamento]. [Inserire i dettagli relativi a coaching, avvertimenti e altra documentazione correlata].

Come si scrive una lettera di licenziamento immediato?

Caro [nome del dipendente], questa lettera ti informa che il tuo rapporto di lavoro con [nome dell’azienda] è terminato con effetto immediato. Questa decisione non può essere modificata. Le chiediamo cortesemente di restituire [il grembiule aziendale, il telefono cellulare e la chiave magnetica] entro la fine della giornata di oggi.

  Lettera di richiamo per lite tra colleghi

Quando un dipendente viene licenziato per giusta causa?

Un licenziamento per giusta causa significa che il datore di lavoro ha posto fine al vostro rapporto di lavoro sulla base di una colpa grave che va al cuore del vostro contratto di lavoro. Un licenziamento per giusta causa significa che la cattiva condotta è stata sufficientemente grave da non consentire la riparazione del rapporto di lavoro.

Lettera di licenziamento per insubordinazione

A causa delle loro gravi conseguenze, i licenziamenti devono essere dichiarati in modo chiaro e inequivocabile. La volontà di porre fine a un rapporto di lavoro e il momento in cui esso deve terminare devono quindi essere indicati con assoluta chiarezza nella lettera di licenziamento.

La cessazione del rapporto di lavoro tramite licenziamento o accordo di risoluzione deve avvenire in forma scritta per essere valida. Il requisito della forma scritta previsto dalla legge non può essere derogato da accordi di lavoro, contratti collettivi o accordi aziendali. Un licenziamento che presenta vizi di forma è nullo e non può essere sanato.

Il datore di lavoro deve rispettare il periodo di preavviso applicabile per la cessazione del rapporto di lavoro. Il periodo di preavviso di licenziamento di base è di quattro settimane a partire dal 15° o dall’ultimo giorno di un mese di calendario. Questo periodo di preavviso aumenta a seconda dell’anzianità del dipendente. Il contratto di lavoro può prevedere periodi di preavviso più lunghi. I contratti collettivi possono prevedere periodi di preavviso più brevi.

  Lettera di presentazione impiegato amministrativo contabile

Lettera di licenziamento per cattiva condotta

Se state pensando di licenziare un dipendente, dovrete conoscere le basi su cui potete legittimamente licenziare qualcuno, nonché le procedure da seguire per garantire che lo facciate in modo equo, compreso il contenuto della lettera di licenziamento per comunicare al dipendente le vostre ragioni.

Prima di esaminare il contenuto di una lettera di licenziamento, illustriamo le basi su cui un datore di lavoro può legittimamente licenziare un dipendente, da cosa si intende per giusta ragione a come seguire una procedura equa.

Per legge, un dipendente ha il diritto di non essere licenziato ingiustamente dal proprio datore di lavoro. Per questo motivo, per licenziare un dipendente in modo equo è necessario avere un motivo genuino e valido per farlo, altrimenti si corre il rischio di dover affrontare una causa di licenziamento ingiusto davanti a un tribunale del lavoro.

Il diritto del datore di lavoro, ai sensi dell’articolo 98 dell’ERA, di licenziare in modo equo un dipendente per “qualche altro motivo sostanziale” (SOSR) è una disposizione generale che consente al datore di lavoro di decidere il licenziamento in assenza di altri motivi potenzialmente equi.

Esempio di lettera di licenziamento per perdita di fiducia e di sicurezza

Una delle tante conversazioni imbarazzanti per un responsabile delle risorse umane è dare una cattiva notizia. In cima a questa lista c’è il licenziamento di un dipendente. Questo perché il licenziamento è lo scenario peggiore per ogni lavoratore.

Si tratta di un’improvvisa perdita del posto di lavoro, che è destinata a provocare un’agitazione nella mente dei lavoratori. Quindi, in qualità di HR, dovete gestire questa situazione delicata nel modo più delicato possibile. A tal fine, ecco un articolo che vi illustrerà tutte le nozioni di base che dovete conoscere sulla gestione del licenziamento dei dipendenti.

  Fac simile lettera comunicazione coordinate bancarie

In questo tipo di licenziamento, il lavoratore prende l’iniziativa di lasciare l’azienda. La decisione, in quanto tale, può essere dovuta a molte ragioni professionali o personali. Ad esempio, può trattarsi di un ambiente di lavoro tossico, della mancanza di opportunità di crescita o di sviluppo del dipendente, di problemi personali, ecc.

Il licenziamento involontario si riferisce a un evento in cui il datore di lavoro rimuove un lavoratore dal suo impiego. Può essere dovuto a scarso rendimento, comportamento del dipendente, violazione delle regole aziendali, ecc. Questo tipo di licenziamento può anche essere il risultato di un’azione disciplinare del dipendente.