Disdetta anticipata contratto di locazione fac simile

Esempio di clausola di risoluzione del contratto di locazione

Ci sono molti motivi per cui i contratti di locazione finiscono. Quando è il momento di andare avanti, proteggete meglio sia l’inquilino che il locatore con un contratto di risoluzione del contratto di locazione. Un’interruzione netta significa meno possibilità di controversie in seguito e aiuta a preparare una strada senza intoppi per il prossimo capitolo.

A partire da (la “Data di risoluzione”), le parti risolvono il Contratto di locazione. Il Contratto di locazione sarà nullo e non avrà più alcun effetto vincolante. Tuttavia, qualsiasi disposizione del Contratto di locazione che altrimenti resterebbe in vigore in conformità con i termini del Contratto di locazione resterà in vigore anche dopo la risoluzione del Contratto di locazione in conformità con i suoi termini.

Alla Data di Risoluzione, il Conduttore cederà al Locatore tutti i suoi interessi nei Locali. Il Conduttore dovrà liberare i Locali entro le ore 23:59 della Data di Risoluzione e lasciare i Locali nelle condizioni di resa richieste dal Contratto di Locazione, il che include lasciare i Locali puliti, privi di effetti personali del Conduttore e in buone condizioni.

Ai sensi del Contratto di locazione e della legge applicabile, il Locatore è tenuto a versare il deposito cauzionale al Conduttore, al netto delle detrazioni per danni. Il saldo di questo deposito cauzionale è stato applicato per ridurre l’importo del pagamento altrimenti richiesto dalla sezione 2 di cui sopra sarà fornito al conduttore in conformità con i termini del Contratto di locazione e la legge applicabile.

Campione di risoluzione anticipata del contratto

Sec. 92.004. MOLESTIE. La parte che intenta una causa ai sensi del sottocapitolo B, D, E o F in malafede o a scopo di molestia è responsabile nei confronti del convenuto per un mese di affitto più 100 dollari e per le spese legali.

  Contratto di locazione turistica superiore a 30 giorni

Sec. 92.005. ONORARI DELL’AVVOCATO. (a) La parte che vince in una causa intentata ai sensi del presente sottocapitolo o dei sottocapitoli B, E o F può recuperare le spese processuali e gli onorari ragionevoli dell’avvocato in relazione al lavoro ragionevolmente svolto. (b) La presente sezione non autorizza il recupero degli onorari dell’avvocato in un’azione intentata ai sensi dei sottocapitoli E o F per danni che si riferiscono o derivano da danni alla proprietà, lesioni personali o un atto criminale.

Sec. 92.010. LIMITI DI OCCUPAZIONE. (a) Ad eccezione di quanto previsto dal comma (b), il numero massimo di adulti che un locatore può permettere di occupare un’abitazione è pari a tre volte il numero di camere da letto dell’abitazione. (b) Un locatore può consentire un tasso di occupazione di più di tre inquilini adulti per camera da letto:(1) nella misura in cui il locatore è tenuto, in base a una legge statale o federale sull’alloggio equo, a consentire un tasso di occupazione più elevato; o(2) se un adulto la cui occupazione provoca una violazione del comma (a) sta cercando un rifugio temporaneo dalla violenza familiare, come definito dalla Sezione 71. 004, Codice della Famiglia, per un periodo non superiore a un mese.(c) Un individuo che possiede o affitta un’abitazione entro 3.000 piedi da un’abitazione per la quale il locatore ha violato questa sezione, o un ente governativo o un’associazione civica che agisce per conto dell’individuo, può intentare una causa contro il locatore per impedire la violazione. La parte che prevale in un’azione legale ai sensi della presente sottosezione può recuperare le spese processuali e le ragionevoli spese legali dalla controparte. Oltre alle spese processuali e alle spese legali ragionevoli, un querelante che prevalga ai sensi della presente sottosezione può recuperare dal locatore 500 dollari per ogni violazione della presente sezione.(d) Nella presente sezione:(1) “Adulto” indica una persona di 18 anni o più.(2) “Camera da letto” indica un’area di un’abitazione destinata a zona notte. Il termine non include la cucina, la sala da pranzo, il bagno, il soggiorno, il ripostiglio o il magazzino di un’abitazione.

  Disdetta contratto di locazione commerciale alla seconda scadenza

Lettera di recesso da un contratto di locazione commerciale

Tuttavia, l’abbandono di un contratto crea l’incertezza che la controparte del contratto, ad esempio il locatore, possa intentare una causa, mandarvi all’incasso o danneggiare il vostro rating creditizio. Per evitare questo rischio, è meglio ottenere un accordo scritto che attesti che la controparte del contratto (ad esempio, il locatore) vi ha liberato completamente dai vostri obblighi a condizioni ritenute accettabili. Per questo motivo, la lettera che segue è stata redatta da Scott Talkov e Colleen Talkov dello studio legale Talkov Law Corp.

Spero che questa lettera vi trovi bene. Purtroppo, per quanto riguarda il vostro contratto di locazione con [nome dell’inquilino o degli inquilini], lo stato di emergenza a seguito della pandemia di Coronavirus e [le restrizioni governative] nella contea di [nome della contea] hanno reso economicamente impraticabile il proseguimento delle operazioni. Di conseguenza, la presente lettera propone termini che riteniamo possano essere accettabili per il locatore al fine di risolvere il contratto di locazione datato [data del contratto] tra [nome del locatore] (“Locatore”) e [nome del conduttore] (il “Contratto di locazione”), per i locali situati a [indirizzo dell’immobile locato] (i “Locali”).

Risoluzione anticipata del contratto di locazione da parte del locatore

Questa è la soluzione preferita per la sua semplicità, flessibilità e per la natura non conflittuale del processo. Se entrambe le parti sono d’accordo, possono liberamente derogare alle regole previste dalla legge e dal contratto.

Il principio è che le parti che hanno sottoscritto il contratto di locazione possono liberamente recedere da quest’ultimo di comune accordo. Non appena le parti sono d’accordo sia sul principio che sui termini, possono stabilire liberamente il termine per lo sgombero dei locali, la data del controllo dell’inventario e della consegna delle chiavi e, se del caso, la presentazione di un nuovo inquilino per firmare un nuovo contratto di locazione in sostituzione di quello disdetto, ecc.

  Estremi di registrazione del contratto di locazione

Sebbene la legge non prescriva alcuna forma particolare per la risoluzione consensuale, si consiglia di mettere per iscritto i termini dell’accordo e di far firmare il documento a tutte le parti per evitare difficoltà in una fase successiva. Infatti, nel caso di un accordo orale, una delle parti potrebbe non mantenere la parola data e, in tal caso, sarebbe difficile dimostrare il contenuto di un accordo orale.