Ci si può sposare senza cresima

Come ottenere la conferma online

La settimana scorsa abbiamo incontrato il sacerdote della chiesa della mia famiglia e il sacerdote ha detto che vorrebbe che il mio FH fosse confermato prima di sposarsi. Tecnicamente è stato battezzato cattolico e ha fatto la prima comunione, ma non è veramente cattolico in nessun altro senso. Io non sono una grande cattolica, ma vorrei sposarmi in Chiesa. FH non vuole essere cresimato, ma il sacerdote ha detto che doveva esserlo quando gliel’ho chiesto. Credo che non capisca che FH non è *davvero* cattolico e forse avrei dovuto comunicarglielo meglio, ma ora mi sembra molto e sto mettendo in dubbio l’idea di sposarmi lì. Come posso parlarne con il sacerdote? Inoltre, come possiamo dire che non vogliamo fare una messa?

Ci si può sposare in chiesa senza prete

Lo Spirito Santo e la fiamma di una lanterna che simboleggia il sacramento della confermazione sono raffigurati in una vetrata della chiesa Sts. Cyril & Methodius a Deer Park, N.Y. (Foto CNS/Gregory A. Shemitz)

Q. La mia domanda riguarda l’obbligo per un cattolico di ricevere la cresima prima di potersi sposare con una cerimonia cattolica. Mio nipote è fidanzato con una ragazza cattolica che è stata battezzata e ha fatto la prima Comunione, ma non è mai stata cresimata. Il sacerdote a cui si sono rivolti per il requisito pre-canonico ha detto che deve frequentare corsi di cattolicesimo da settembre fino al prossimo giugno, in preparazione alla cresima.

  Incidente senza assicurazione ma con ragione

Lei è impiegata in un ospedale e non può frequentare tutti i corsi, quindi mi ha chiesto “quanto sia obbligatorio” questo requisito e speravo che voi poteste darmi una risposta. (Sono consapevole che diversi sacerdoti possono avere opinioni diverse in merito) (Alexandria, Virginia)

A. In un discreto numero di diocesi, il sacramento della confermazione non viene amministrato fino a quando il candidato non è in età adolescenziale (spesso in decima o addirittura in undicesima elementare), in quanto si ritiene che il sacramento abbia un impatto maggiore in un momento in cui il candidato è in procinto di fare altre scelte di vita.

Ci si può sposare in una chiesa cattolica senza comunione

Uno degli aspetti più belli delle cerimonie nuziali è il modo in cui le tradizioni sacre variano tra le diverse culture e religioni. Per i cattolici, il matrimonio, noto anche come santo matrimonio, è considerato un sacramento religioso e spesso comporta rituali specifici e antichi. Prima di ottenere l’approvazione per un matrimonio cattolico, le coppie devono presentare alcuni documenti, partecipare maggiormente alle attività della chiesa e seguire un processo intensivo di preparazione al matrimonio con un sacerdote.

Padre Paul Scalia è attualmente il vicario episcopale del clero presso la diocesi cattolica di Arlington in Virginia. È autore di “Che nulla vada perduto: Reflections on Catholic Doctrine and Devotion e Sermons in Times of Crisis: 12 Homilies to Stir Your Soul.

  Licenziamento per assenza ingiustificata e disoccupazione

Nella fede cattolica, la chiesa è considerata un luogo sacro in cui è presente Cristo e, poiché si ritiene che il matrimonio sia un’alleanza con Dio, l’unico luogo in cui può essere celebrata una cerimonia nuziale è al chiuso, all’interno di una chiesa, “per sottolineare la santità della cerimonia stessa”, spiega Scalia. Quindi, a differenza di molte altre cerimonie religiose e civili, i matrimoni cattolici non possono essere celebrati all’aperto. Se avete sempre desiderato una componente all’aperto per il vostro matrimonio, la parte all’aperto del vostro evento potrebbe dover essere riservata al ricevimento. Per fortuna le chiese cattoliche sono maestose, quindi lasciatevi incantare dalla bellezza di un matrimonio in chiesa!

La conferma è obbligatoria

Il matrimonio è uno dei sette sacramenti della Chiesa cattolica. Come tale, è un’istituzione soprannaturale, oltre che naturale. La Chiesa, pertanto, limita il matrimonio sacramentale a uomini e donne che soddisfano determinati requisiti.

Non è necessario che entrambi i partner siano cattolici per essere sposati sacramentalmente nella Chiesa cattolica, ma entrambi devono essere cristiani battezzati (e almeno uno deve essere cattolico). I non cristiani non possono ricevere i sacramenti. Perché un cattolico possa sposare un cristiano non cattolico, è necessario il permesso esplicito del suo vescovo.

Un cattolico può sposare una persona non battezzata, ma questi matrimoni sono solo matrimoni naturali, non sono matrimoni sacramentali. La Chiesa, pertanto, li scoraggia e richiede che un cattolico che desideri sposare una persona non battezzata riceva una dispensa speciale dal proprio vescovo. Tuttavia, se la dispensa viene concessa, un matrimonio non sacramentale è valido e può aver luogo all’interno di una chiesa cattolica.

  Modulo recesso linea telefonica senza telefono a noleggio

Se uno dei partner, cattolico o cristiano non cattolico, è stato sposato in precedenza, è libero di sposarsi solo se il suo coniuge è morto o ha ottenuto una dichiarazione di nullità dalla Chiesa. Il semplice fatto del divorzio non è sufficiente a dimostrare la nullità del matrimonio. Durante la preparazione al matrimonio, dovete informare il sacerdote se siete stati sposati in precedenza, anche con una cerimonia civile.